Calciomercato

calcio

  Si è appena concluso uno dei momenti più entusiasmanti dell’ambiente calcistico: il calciomercato invernale. Solitamente questa finestra di mercato viene snobbata e definita “di riparazione”, ma in questa prima parte della stagione si sono verificati dei fatti sul campo che hanno legittimato una sessione invernale di calciomercato tra le più attive e divertenti di sempre. Per far capire il perché i club di serie A si siano mossi con tanta solerzia, occorre ricordare lo strepitoso inizio di campionato delle genovesi e la parabola discendente delle milanesi, la grande rivelazione Palermo e ovviamente il fatto che là davanti nelle prime tre posizioni giochino un altro campionato. Quindi ecco il pagellone del calciomercato della serie A firmato Federico Iacopini. ATALANTA –… Leggi →

Droni: futuro prossimo

IMG_0385

Cosa sono i droni? Dopo una breve ricerca su Internet, ecco la risposta: sono velivoli a pilotaggio remoto impiegati in campo militare, per esplorare il campo di guerra dall’ alto e, eventualmente sganciare bombe o per monitorare il flusso di immigrati clandestini e i traffici illeciti (ad esempio come sta facendo l’ America al confine con il Messico o, più semplicemente, l’ Italia dove in alcune spiagge, in estate, vengono impiegati per controllare i venditori ambulanti), o in ambito civile per aiutare i soccorsi dopo le  catastrofi o gli incidenti e arrivare in aree irraggiungibili altrimenti. Sono dunque qualcosa di fantascientifico, o almeno così vi sembra. Invece no: i droni fanno farte della nostra vita quotidiana. Voi direte: “Ma non… Leggi →

Cantante, Cantautore: la musica oggi

guitar-slider

Cantautore = chi canta canzoni da lui stesso composte Cantante = chi esercita l’arte del canto Il “Garzanti” ci fornisce queste due definizioni. La prima, a mio modo di vedere, è del tutto incompleta; la seconda, invece,mi piace molto e la ritengo appropriata. Ed è proprio da quest’ultima che voglio far partire la mia riflessione, concentrandomi specialmente su quella piccola ma profonda parolina: “Arte”. Sappiamo tutti che “Arte”, e non abbiamo bisogno del dizionario per dirlo, è tutto ciò che ci appare bello e che ci fa star bene solo a toccarlo, guardarlo, ascoltarlo: qualcosa che fa star bene la nostra anima. E ciò è stato detto fin dai tempi degli antichi Greci. Basandoci su questo, possiamo senz’altro dire che… Leggi →

Provare per credere!

classics

Quando si pensa a un Classico viene in mente Omero, oppure Cicerone, o ancora l’intramontabile Dante; si pensa a Il Signore Degli Anelli, a I Promessi Sposi, all’Eneide. Ma cercare parole con cui descrivere quest’unico e “semplice” termine si è rivelata un’impresa piuttosto complicata. Come fare? Come poter descrivere un Classico? Il tentativo di queste – poche! – righe è quello di attuare una ricerca: determinare tre aggettivi che possano descriverlo al meglio. Una delle prime terne che balzano alla mente è “noioso, interminabile, antico”. Chiunque potrebbe esprimersi così, e tale parere è comprensibile; tuttavia non sembra opportuno poiché risulta soggettivo, parziale, da scartare. Sarebbe importante esprimere un giudizio il più possibile oggettivo, intenzione che rende più ardua l’impresa. Proseguendo… Leggi →

Fahrenheit 451: un Romanzo che Arde l’Ignoranza

Fahrenheit-451

  Guy Montag è impregnato dell’odore del cherosene, un odore che non lo lasciava mai solo, tipico degli uomini come lui, i militi del fuoco, detti comunemente incendiari. All’uscita del metrò avverte una strana sensazione prima di svoltare dietro l’angolo, una sensazione di qualcosa di imminente e sconvolgente. Si ferma impaurito, timoroso di ciò che avrebbe trovato in quel punto cieco alla sua vista, qualcosa lo aspetta dietro l’angolo. Guy si fa coraggio e continua per la sua strada, svolta e si ritrova davanti una ragazza, Clarisse, ma lei non è una ragazza come le altre: non si diverte a sfrecciare sulle auto a reazione investendo conigli, cani e persone, non si diverte a spaccare vetri né possiede una televisione…. Leggi →

GOTHAM, la città prima del supereroe

gotham

Immaginate la cupa città di Batman senza il suo tenebroso angelo custode che veglia su di lei: la mafia ha il pieno comando su tutto, anche sulla polizia. Su tutto, ma non sul detective James Gordon. E’ lui infatti, inaspettatamente, il protagonista della serie che si costruisce letteralmente attorno a lui, che deve lottare contro tutto e tutti per perseguire la vittoria della giustizia. La storia ha inizio  con l’omicidio dei Wayne di cui Gordon segue l’indagini. In questo modo la serie ci offre la possibilità che ancora nessuno ci aveva dato, di vedere come il piccolo Bruce Wayne diventa l’uomo che un giorno sarà Batman. L’aspetto interessante (e che affascina i più sfegatati fan dell’Uomo Pipistrello) è che viene… Leggi →

I 10 comandamenti dello studente

1) non avrai altro dio all’infuori di Splash 2) ricordati di santificare i ponti e le vacanze 3) quando hai una verifica siediti vicino ai più bravi della classe 4) onora i tuoi compagni di banco 5) non uccidere se non in caso di compito a sorpresa 6) non fare i compiti a casa ma copiali prima dell’inizio della lezione 7) venera i giorni di malattia del prof 8) fai SEMPRE domande stupide per perdere tempo durante la lezione 9) non comprare la merenda alle macchinette ma elemosinala dai tuoi compagni 10) non chiedere mai al prof “Ma come, oggi non ci ha dato compiti?”

Elogio del ragazzo normale

Cosa pensano le ragazze di oggi del modo di vestirsi dei ragazzi? Abbiamo provato a racchiudere i ragazzi e il loro modo di vestirsi in tre categorie. Nella prima categoria presentiamo “gli zarri”, quelli che si imbrattano peggio dei muri della metro, con le catene al collo e i pantaloni alle ginocchia che rivelano così al mondo la marca delle loro mutande e mostrano uno spettacolo non gradevole (o il loro lato migliore?); insomma quelli che somigliano a mancati rapper americani. Per sembrare accettabili, dovete limitare gli addobbi, alternare la tuta con i jeans e magari non esagerare con le fantasie. Ad esempio non unite il quadrettato con l’animalier. Nella seconda categoria troviamo “i soggettoni” cioè esseri completamente disagiati e… Leggi →

Fantascienza in prosa – Asimov

night_sky_by_austriaangloalliance-d5hgba1

Cosa succederebbe se sul mondo scendesse la notte una volta ogni… 2049 anni? È questo che si chiede Asimov nel suo racconto ‘Notturno’, elogiato dalla critica a tal punto da venir considerato il miglior racconto di fantascienza mai scritto, ed incoronando l’appena ventenne Isaac Asimov maestro per le generazioni future. I suoi racconti e i suoi romanzi sono ormai classici della letteratura fantascientifica: il ciclo della Fondazione, quello dei robot, i romanzi degli Spaziali… tutte opere presenti nel pantheon della letteratura. Ma ciò che più affascina ed avvicina il lettore ad Asimov è che ciascuno di noi può leggere tra le sue pagine un diverso messaggio, scegliendo tra le molteplici chiavi di lettura offerte ogni volta al lettore. Proprio ‘Notturno’… Leggi →

Te lo leggo in faccia!

body-language-at-work

Poter leggere nella mente degli altri: chi non ha mai sognato di avere questo super potere? Un sogno che sembra perdersi nella fantasia, ma che non è così utopico come possiamo pensare. Il nostro corpo parla: certo, ha un linguaggio tutto suo che va al di là delle parole. E’ attraversato da energia sotto tutte le forme, in particolare neuro-fisiologiche, e laddove c’è energia, c’è movimento. Il corpo umano invia inconsciamente segnali che sono l’espressione di ciò che accade al suo interno, e noi possiamo interpretarli. La direzione dei piedi, ad esempio, indica dove è rivolta l’attenzione del nostro interlocutore e la posizione delle sue braccia mostra atteggiamento di apertura – o di chiusura – nei nostri confronti. Ma se… Leggi →